0

Qualcosa su di me…

Nasco a Vercelli il 4 giugno dell’ormai lontano 1976, da subito imparo la cosa per me fondamentale: parlare.

Dopo una brillante carriera di elementari e medie mi imbuco al Liceo Scientifico San Lorenzo di Novara e comincio a frequentare i Salesiani. Divento animatore presso l’oratorio di Vercelli e scopro un mondo, quello della comunicazione educativa. Tale scoperta non mi trattiene dallo sbagliare l’università: mi iscrivo a informatica pensando che la tecnologia mi darà da mangiare. Due anni a Milano mi servono per capire che non è proprio la mia strada e quindi ripiego su Sistemi Informativi Territoriali a Torino (conclusi a Venezia allo IUAV).

Comincio a vendere me stesso (più o meno…) proponendomi come tecnico GIS (per info, ecco cos’è un GIS) e ottengo un discreto successo facendomi un portafoglio clienti tra studi ingegneristici e di architettura. Vengo addirittura ingaggiato dal blasonato Parco Nazionale del Gran Paradiso. Proprio in quella occasione stabilisco un contatto commerciale con la Pentex e dopo poco ne divento socio. Come tecnico GIS.

Dopo qualche mese di crisi professionale ho una illuminazione. Uno dei miei soci, durante una discussione esordisce:’Ognuno di noi deve fare ciò che sa fare meglio…secondo le sue caratteristiche’. Io mi guardo dentro e traccio due linee (con una buona dose di ‘sennodipoi’) chiarendomi che sono a disagio davanti ad un computer e pienamente a mio agio davanti ad un cliente. L’azienda è piccola e non posso curarne solo le Pubbliche Relazioni ma decido, insieme ai miei soci, che l’80% del mio tempo lo impiego curando i clienti acquisiti e inventandomi nuovi modi di trovarne altri, usando la comunicazione.

Nel frattempo frequento corsi di comunicazione 2.0 (Social Media Management -FERPI- e Storytelling di Impresa -LAB121-) e comincio a gestire la comunicazione per alcune realtà. Il mondo della micro-impresa ha bisogno di essere raccontato per essere apprezzato, venduto, gustato. Questa convinzione mi porta ad intraprendere la strada del social storytelling come metodo per raggiungere i clienti.

Non mi propongo come esperto, ma come appassionato consulente con il quale condividere, curiosare e crescere. Pensi di poterti fidare di me? 🙂

La mia storia più bella è quella che sto costruendo con la mia famiglia, cominciata con i miei genitori e i miei fratelli e continuata alla grande con Diana, mia moglie.

Ah, dimenticavo una cosa fondamentale: sono sereno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *