Paura, panico, ansia? Arriva lo Storytelling!

20131024-095810.jpg

Ho condiviso il mio precedente post sulla pagina dell’Osservatorio di Corporate Storytelling. Il gruppo ha commentato indicando un punto in più rispetto ai tre già inseriti: focus sull’audience e sui suoi bisogni/desideri/paure.
Ringrazio l’Osservatorio per le sempre ottime puntualizzazioni e mi ispiro ad un post di Jonathan Gottschal che mi pare interessante dal titolo “Infecting an audience: Who great stories spread”.

Ogni volta che Gottschal chiede al suo pubblico come mai alla gente piacciano le storie, gli viene spesso risposto che é perché esse danno la possibilità di evadere dalla vita quotidiana, una sorta di fuga. La vita é dura e farsi coinvolgere in tutti i sensi dalle storie permette di evadere almeno per il tempo che un buon racconto tiene impegnati. É scientificamente dimostrato che le buone storie influenzano pesantemente le paure, le speranze e anche bisogni. Ma ciò accade solo se si é trasportati in modo emozionale, se il pubblico si perde all’interno di un racconto.

E come é possibile coinvolgere così tanto? Difficile riuscirci, ma possiamo cominciare con le fondamenta della narrazione, in particolare lo schema in base al quale un protagonista ha un problema e durante il racconto cerca di risolverlo. Lo Storytelling deve avere quindi una struttura problema-soluzione, deve parlare di difficoltà.

Quale problema risolve il tuo prodotto, la tua impresa? Che bisogni hanno i tuoi clienti, e quanti vengono soddisfatti dal tuo servizio?
Ma soprattutto, sei ancora convinto che il Signore degli Anelli sia “semplicemente” la storia di un tizio che deve buttare un anello in un cratere? Sí?
Allora leggi qui (che é il post a cui mi sono ispirato), scoprirai perché non é tutto lí…

Add your comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Comunicazione 2.0 & Corporate Storytelling Experience

Se vuoi, una volta al mese, la mia newsletter… :-)

Last Tweet

Massimo Benedetti
@MacsBene

IL CAMALEONTE is out! t.co/q8iPTaLC9y Stories via @myredona @MarliskaB @LukeSeve

Massimo Benedetti
@MacsBene

Oggi potete scegliere se grigliare gli avanzi dei parenti o i parenti degli avanzi...che più o meno sono la stessa cosa. #buonapasquetta

Massimo Benedetti
@MacsBene

@celenta82 dobbiamo dargli un senso... #mescalnondimentica mi fa morire :D :D

Andrea Secci
@celenta82

@MacsBene allora possiamo inventare #mescalnondimentica #comedicosempreio #tisfondo #puiiiii

Retweeted by Massimo Benedetti

Massimo Benedetti
@MacsBene

@celenta82 mava che impari in fretta, vedrai!

© 2012 MacsBene